Sant'Andrea Apostolo

Martedì della Prima Settimana d'Avvento


In ascolto della Parola...

Essi subito lasciarono le reti e lo seguirono.

Dal Vangelo secondo Matteo (4,18-22) In quel tempo, mentre camminava lungo il mare di Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedèo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.

Parola del Signore.



... per ascoltare il nostro cuore

Continua il nostro cammino d'avvento e la liturgia ci mette a confronto con una chiamata, per alcuni la festa di Sant'Andrea potrebbe essere "fuori posto" all'interno del cammino dell'avvento, invece ci "aiuta" a guardare la nostra vocazione universale di "chiamati". Ricordandoci che l'avvento ci dispone a vivere al meglio l'attesa. È bello scoprire che le chiamate del Signore si inseriscono all'interno delle relazioni, anzi all'interno di una fraternità. Così ci viene ricordato che la nostra prima vocazione è esattamente quella della figliolanza, e quindi la fraternità.

Oggi nella preghiera personale e lasciamo risuonare dentro di noi l'invito di Gesù: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Venite: ci ricorda che siamo in cammino, qual è la nostra direzione? Il periodo dell'avvento ci aiuta a mettere a fuoco che i nostri passi sono sicuri se vanno dietro Qualcuno, e questo non solo per noi stessi, ma per il bene di tutti!

Questo brano del Vangelo ci ricorda che prepararci al Natale significa essere presenti a noi stessi e alla realtà che ci tocca abbracciare in modo da cogliere le chiamate che il Signore ci rivolge.

Domandiamoci:

  • Sono disposto a lasciare le "reti" che mi impediscono seguire con libertà il Signore? Quali sono queste reti?

  • Riconosco paure e incertezze che mi fanno rallentare il passo?

  • In quali relazioni ritrovo la presenza del Signore che mi chiama ad andare oltre le mie abitudini?

  • Senza memoria grata dell'azione del Signore nella nostra vita è difficile decidere per nuovi passi, dove penso che il Signore si sia fatto visibile nella mia vita?

Ed è qualcosa da cui non puoi scappare. Il mare… Ma soprattutto: il mare chiama… Non smette mai, ti entra dentro, ce l’hai addosso, è te che vuole… Puoi anche far finta di niente, ma non serve. Continuerà a chiamarti… Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà.
Alessandro Baricco
5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

COME TE

PREZZO