GRANDEZZA

Il Vangelo di oggi ci insegna di impegnarci non solo a mettere in pratica le sue leggi ma, attraverso l’esempio e la parola, ad insegnare anche gli altri questa legge data da Dio... solo allora saremo considerati grandi nel regno.

Gesù ci aiuta ad andare nelle profondità di una norma e a riscoprire che in ogni legge c'è l'Amore di un Padre che aiuta ad essere figli, e quindi fratelli.

Un amore che va riconosciuto come il criterio ultimo e fondante di ogni rapporto umano, fraterno. L'invito quindi, è quello di guardare con occhi nuovi le innumerevoli occasioni in cui siamo chiamati ad uscire da noi. In Gesù troviamo l’esempio formidabile di come si fa a mettere in pratica la legge... morendo sulla croce ci ha insegnato cosa vuol dire AMARE fino in fondo.

Gesù, vogliamo essere grandi nel tuo regno. Donaci affabilità nelle nostre relazioni quotidiane, insegnaci continuamente a vivere come hai fatto tu.


La preghiera è come la vita. E la vita infatti non si definisce, si vive. T. Spidlik

Chi insegnerà e osserverà i precetti, sarà considerato grande nel regno dei cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo (5,17-19) In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli». Parola del Signore.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

COME TE

PREZZO