Mercoledì della Terza Settimana


Dal Vangelo secondo Matteo (5,17-19)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli». Parola del Signore

Prego la Parola

La Parola che Dio ha donato al suo popolo, la Legge, custodisce e porta a compimento il desiderio nascosto in ogni ricerca umana: una vita felice!

Questa legge dona vita perché permette al popolo di incontrare la vita stessa che è Dio... un Dio vicino, così vicino che fa dire al popolo: "Infatti quale grande nazione ha gli dèi così vicini a sé, come il Signore, nostro Dio, è vicino a noi ogni volta che lo invochiamo?"

Gesù non solo non abolisce la Legge, ne ci chiede soltanto di metterla in pratica, è necessario che ogni discepolo conformi ad essa la propria vita, non è altro che andare al cuore della legge per scoprire niente meno che il cuore di Dio.

Ma come fare ad essere fedeli ai comandamenti senza che sembrino precetti astratti? Semplicemente facendo memoria di ciò che il Signore ha fatto per noi, custodendo nel proprio cuore la Parola del Signore.

Oggi diamoci del tempo per contemplare le meraviglie che il Signore ha fatto in noi... che l'#iorestoacasa non sia soltanto una costrizione in più ma una opportunità... siamo chiamati ad amare il quotidiano con le sue sfide per il bene di tutti e così #tuttoandràbene.

Buon cammino

0 visualizzazioni

© 2019 Congregazione delle Suore di S. Marta Pastorale delle Vocazioni

Roma - vocazioni.ssmartaroma@gmail.com 

  • Instagram Icona sociale