Martedì della Seconda Settimana


Dal Vangelo secondo Matteo (23,1-12)

In quel tempo, Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: «Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Praticate e osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro opere, perché essi dicono e non fanno. Legano infatti fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente, ma essi non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: allargano i loro filattèri e allungano le frange; si compiacciono dei posti d'onore nei banchetti, dei primi seggi nelle sinagoghe, dei saluti nelle piazze, come anche di essere chiamati rabbì dalla gente. Ma voi non fatevi chiamare rabbì, perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate padre nessuno di voi sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello celeste. E non fatevi chiamare guide, perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo. Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato». Parola del Signore

Prego la Parola

I farisei e gli scribi "dicono e non fanno", insegnano e interpretano i precetti della legge ma non li mettono in pratica.

Quello che ci viene proposto oggi è un richiamo alla coerenza di vita. Se siamo onesti, in svariate occasioni ci capita di ritrovarci al di fuori di ciò che insegniamo. Il problema non è la fragilità, quella ci appartiene e dobbiamo tenere conto, ma il crederci migliori perché "fedeli conoscitori" dei precetti del Signore come lo erano gli scribi e i farisei.

Tutti abbiamo bisogno di avere qualcuno a cui guardare. Cerchiamo esempi concreti che ci facciano capire come si fa a vivere, questo brano ci ricorda che il Signore è "Il Modello".

Oggi facciamo il nostro esame di coscienza, chiediamo perdono per le nostre incoerenze e riprendiamo la strada seguendo i passi di Gesù, che per noi si è umiliato fino la morte di croce.

Buon Cammino!

40 visualizzazioni

© 2019 Congregazione delle Suore di S. Marta Pastorale delle Vocazioni

Roma - vocazioni.ssmartaroma@gmail.com 

  • Instagram Icona sociale