Giovedì dopo le Ceneri

Aggiornato il: mar 17


Dal Vangelo secondo Luca (9,22-25)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell'uomo deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno». Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà. Infatti, quale vantaggio ha un uomo che guadagna il mondo intero, ma perde o rovina se stesso?». Parola del Signore

Prego la Parola

Dopo il gesto del digiuno e il rito dell’imposizione delle ceneri, ci viene dettato il ritmo della marcia (non dimentichiamo che siamo in cammino verso la Pasqua) segnalandoci l’urgenza e la necessità di essere disposti a scegliere. Questo tempo, ricco di spunti, ci ricorda che l’amore non è mai una scelta fatta una volta per sempre ma che nel nostro quotidiano possiamo scegliere tra la comunione concreta con il Signore o una sequela astratta.

Oggi cerchiamo di essere presenti alle nostre scelte, ogni piccolo gesto può diventare occasione di incontro con Colui che ci chiama e attende.

Buona Preghiera.

0 visualizzazioni

© 2019 Congregazione delle Suore di S. Marta Pastorale delle Vocazioni

Roma - vocazioni.ssmartaroma@gmail.com 

  • Instagram Icona sociale